top of page

Autotrasporto: Restrizioni per l’ingresso in Slovenia a partire dal 15 Luglio


Il Governo della Slovenia ha deciso di non applicare più nessuna eccezione al personale viaggiante (nemmeno per i lavoratori in transito) in entrata in Slovenia dal 15 luglio. Pertanto, a partire da tale data è obbligatorio per i camionisti disporre di una certificazione verde COVID-19.

Qualsiasi persona che entra in Slovenia, indipendentemente dall’origine o dal motivo è tenuta a presentare un documento (per esempio EUDCC che dimostri di:

- essere stato sottoposto a un tampone (Tampone molecolare entro 72 ore prima dell’ingresso, tampone antigenico entro 48 ore ),

- possedere un certificato di guarigione da Covid 19 datata entro 6 mesi dall’ingresso

· - un attestato di vaccinazione contro il COVID-19 con cui dimostra che sono trascorsi:

o almeno sette giorni dalla seconda dose del vaccino Comirnaty del produttore Biontech/Pfizer,

o almeno 14 giorni dalla seconda dose del vaccino COVID-19 del produttore Moderna,

o almeno 21 giorni dalla prima dose del vaccino Vaxzevria (COVID-19 Vaccine) del produttore AstraZeneca,

o almeno 14 giorni dalla prima dose del vaccino COVID-19 Vaccine Janssen del produttore Johnson e Johnson/Janssen-Cilag,


Se nessuno dei documenti richiesti può essere presentato, è obbligatoria una quarantena di 10 giorni

Se si tratta di uno straniero che non risiede in Slovenia, gli è consentito l'ingresso in Slovenia e viene messo in quarantena per dieci giorni solo se dimostra senza dubbio di avere un luogo previsto dove si sottoporrà alla quarantena. In caso contrario non gli è consentito entrare in Slovenia.

Kommentare


bottom of page