top of page

Gli emendamenti promossi da Confartigianato in sede di conversione in legge del decreto Sostegni Bis


Nell’iter di conversione del Decreto Legge n. 73 del 2021 Confartigianato ha promosso la presentazione di una serie di emendamenti di carattere fiscale di cui si riportano, in maniera sintetica, i contenuti più rilevanti.

  • Contributo a fondo perduto – modifica dell’intensità di aiuto

Introduzione della possibilità di fruire del contributo a fondo perduto anche in presenza di un calo di fatturato medio mensile compreso tra il 30 % e il 15%, con una riduzione progressiva dell’intensità dell’aiuto.

  • Contributo a fondo perduto nel caso di variazione del risultato economico – Semplificazione

Eliminazione dell’obbligo di presentazione dell’istanza nel caso di peggioramento economico, essendo l’Amministrazione finanziaria già in possesso di tutti i dati desumendoli dalla dichiarazione dei redditi di cui viene proposto lo slittamento del termine di presentazione dal 10 settembre al 31 ottobre 2021. La presentazione della dichiarazione dei redditi entro il 31 ottobre 2021 costituirebbe comportamento concludente per il riconoscimento di tale tipologia di contenuto. In ogni caso, anche qualora l’istanza dovesse essere mantenuta, è richiesta la posticipazione del termine di presentazione della dichiarazione al 31 ottobre 2021.

  • Contributo a fondo perduto – Riconoscimento del Contributo a fondo perduto indipendentemente dal calo del fatturato per coloro che hanno iniziato l’attività dal 1° Aprile 2019 ovvero risiedono in territori colpiti da eventi calamitosi

Riconoscere il contributo indipendentemente dal calo di fatturato a tutti coloro che hanno iniziato l’attività dopo il 1° aprile 2019 ovvero che risiedono in territori colpiti da eventi calamitosi alla data di dichiarazione dell’emergenza sanitaria.

  • Canoni d’imposta per i canoni di locazione – estensione al mese di luglio 2021

Ampliare di due mesi (giugno e luglio 2021) l’agevolazione costituita dal credito d’imposta per i canoni di locazione e affitto d’azienda, nei confronti della generalità dei settori, allineando detto beneficio a quello previsto per il comparto turistico- ricettivo. Prevedere, inoltre, la non tassabilità dei canoni di locazione non percepiti e relativi agli immobili non abitativi.

  • Credito d’imposta per i canoni di locazione- estensione del periodo per effettuare la cessione

Ampliare di un ulteriore anno, fino a tutto il 2022, il periodo per il quale è possibile cedere il credito d’imposta sulle locazioni e affitto d’azienda.

  • Credito d’imposta sanificazione e acquisto dispositivi di protezione – Incremento stanziamento

L’emendamento è finalizzato ad incrementare la misura dell’aiuto ed il conseguente stanziamento previsto per il riconoscimento del credito d’imposta per la sanificazione e per l’acquisto dei dispositivi di protezione.

  • Non tassabilità delle detrazioni relative a lavori edili di cui beneficiano le imprese

Disporre la non tassabilità delle agevolazioni riconosciute alle imprese sotto forma di detrazioni per lavori edili, anche quando le stesse sono trasformate in crediti d’imposta ceduti o scontati.

  • Dichiarazione IMU per il 2020- Proroga del termine di presentazione della dichiarazione IMU relativa all’anno 2020

L’emendamento ha la finalità di non rendere sanzionabile la presentazione della dichiarazione IMU per il 2020 se la stessa viene presentata o trasmessa telematicamente entro il termine del 30 settembre 2021.

  • Codice della crisi d’impresa – Proroga

Proroga dell’entrata in vigore del Codice della crisi d’impresa di un altro anno ovvero al 1° settembre 2022.

Scarica gli emendamenti presentati

Emendamenti_Fisco_DL Sostegni_bis
.pdf
Scarica PDF • 326KB

Comentarios


bottom of page