top of page

Decreto Flussi per gli anni 2023-2025, rinvio dei click day previsti per le quote 2024



Il Ministero dell’Interno con circolare n. 641 del 29 gennaio (in calce scaricabile) ha comunicato il rinvio dei click day previsti per l’inoltro delle domande di nulla osta al lavoro a valere sulle quote 2024 del decreto flussi.

In particolare, i nuovi termini di presentazione delle domande per il 2024 sono così fissati:


  • 18 marzo per i lavoratori subordinati non stagionali cittadini di paesi che hanno accordi di cooperazione;

  • 21 marzo per gli altri lavoratori subordinati non stagionali;

  • 25 marzo per i lavoratori stagionali.


Il differimento è stato disposto dal DPCM del 19 gennaio 2024 attualmente in corso di pubblicazione. A seguito della pubblicazione del DPCM, il Ministero dell’interno fornirà le istruzioni operative per l’invio delle domande, comprensive di quelle relative all’avvio della fase di pre compilazione delle stesse. Il differimento va quindi nella direzione auspicata da Confartigianato.


Ricordiamo che per il 2024, il DPCM 27 Settembre 2023 ha previsto un numero massimo di quote pari a 151.000 unità così ripartite:


  • 61.250 quote in ingresso per lavoro subordinato non stagionale (autotrasporto merci per conto terzi; edilizia; turistico – alberghiero; meccanica; telecomunicazioni; alimentare; cantieristica navale; trasporto passeggeri con autobus; pesca; acconciatori; elettricisti; israulici; assistenza familiare e socio – sanitaria);

  • 700 quote per lavoro autonomo ;

  • 89.050 quote per lavoro stagionale (settore agricolo e turistico – alberghiero).

Gli addetti paghe rimangono a disposizione per chiarimenti.


Scarica la circolare de Ministero dell’Interno

Circolare differimento termini
.pdf
Download PDF • 74KB

bottom of page