top of page

Confartigianato Milano incontra il Pres. della Commissione Cultura Angelo Turco

“L’artigianato è cultura, storia, tradizione, imprenditorialità: serve costruire un percorso insieme”



“Non siamo affatto al riparo dalla crisi, quindi serve un dialogo tra le parti sociali, tra amministrazioni e associazioni di categoria, tra mondi culturali e imprese. Se è vero che le persone hanno voglia di tornare alla socialità, è altrettanto vero che c’è anche tanta cautela. Bisogna lavorare in squadra per ripartire”. Così Angelo Turco, Consigliere Comunale di Milano eletto con il Partito Democratico e Presidente della Commissione Cultura a colloquio con i vertici territoriali di Confartigianato Imprese MI MB. Il consigliere ha incontrato nella giornata di lunedì 26 luglio il segretario generale di Apa Confartigianato MI MB Enrico Brambilla, la Presidente della territoriale di Milano Arianna Petra Fontana, e il responsabile dell’Ufficio di Milano Michele Testa per una prima interlocuzione. Cuore dell’incontro il rapporto tra amministrazione e mondo delle imprese con un focus specifico sulla cultura, principale settore di competenza del consigliere Turco.

“Per me cultura e artigianato non sono mondi lontani – spiega Angelo Turco. – Tante imprese artigiane sono in grado di coniugare manualità, arte e tradizione: ciò vale anche nel territorio milanese. Abbiamo storie di impresa che fanno parte di diritto alla cultura e alla storia di questa città. Alcune sono a me note, ma molte so che fanno parte della grande famiglia Confartigianato: da parte mia c’è la massima disponibilità ad incontrarle e capire quali strategie possiamo mettere in atto affinchè anche il Comune diventi per loro un punto di riferimento importante”.

“Milano ha voglia di cultura, di incontrarsi di nuovo, di tornare a vivere come prima – continua Arianna Petra Fontana. – Anche quello che facciamo noi con le nostre imprese è cultura: c’è la cura nei dettagli, l’amore per il proprio mestiere, l’investimento in formazione. Con l’Ufficio di Milano e i Municipi abbiamo lavorato nel creare sportelli di ascolto per piccoli imprenditori ed artigiani: uno spazio con professionisti che possa aiutarli davanti alle difficoltà burocratiche, ma anche un luogo per conoscere bandi e opportunità di crescita. È importante costruire un rapporto solido con le amministrazioni locali, quindi ci auguriamo che il dialogo con il consigliere Turco possa andare avanti anche nei prossimi mesi”.

Durante il confronto il consigliere Turco ha anche illustrato il “Bando prossima Impresa 2021”, un provvedimento che mette a disposizione oltre 3,7 milioni di euro per sostenere le imprese e gli esercizi di vicinato già attivi nelle aree meno centrali della città.

“Come Confartigianato Milano faremo il possibile per dare risalto al bando – aggiunge Michele Testa. – I bandi rappresentano occasioni importanti di crescita per i nostri artigiani e possono essere una boccata d’ossigeno nei momenti più difficili. Lo abbiamo visto in questa pandemia e sappiamo che avere dei professionisti che supportano le imprese anche dal punto di vista tecnico/burocratico è fondamentale”.

L’incontro si è svolto in forma telematica, ma è in programma prima dell’appuntamento elettorale un secondo incontro, con la speranza che avvenga in presenza.

“La nostra Associazione sta lavorando ad un documento che permetta di far arrivare le voci degli imprenditori agli amministratori locali del domani – conclude il segretario generale Enrico Brambilla. – Abbiamo predisposto una survey dal titolo “La città che vorrei” per cercare di cogliere il sentiment dei nostri associati nelle aree di nostra competenza. I dati che estrapoleremo verranno tradotti in un documento che faremo avere ai candidati sindaci dei comuni al voto della tornata elettorale del prossimo autunno. Penso che possa rappresentare un punto di partenza per dialoghi futuri”.

Kommentare


bottom of page