Come effettuare la comunicazione alla Prefettura?


Per la Prefettura di MONZA E BRIANZA


Nuove modalità di presentazione della comunicazione di prosecuzione dell’attività di cui al d.p.c.m. 10 aprile 2020


Le imprese che alla data del 23 aprile 2020 non abbiano ancora reso al Prefetto la comunicazione di prosecuzione dell’attività produttiva/commerciale, a partire dal 24 aprile 2020 potranno farlo esclusivamente mediante la piattaforma informatica dedicata, predisposta da Infocamere e messa a disposizione della Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi.


Analoga procedura è prevista per le comunicazioni presentate ai sensi dell'art. 2, comma 12, del D.P.C.M. 10 aprile 2020, dovendo l'interessato indicare la necessità di accede ai locali aziendali:

  • per lo svolgimento delle attività vigilanza, di conservazione e manutenzione dei beni aziendali, per la gestione dei pagamenti e per le attività di pulizia e sanificazione degli ambienti;

  • per svolgere attività di spedizione verso terzi di merci giacenti in magazzino ovvero per la ricezione in magazzino di beni e forniture.

Si informa che, a partire dalla data del 24 aprile 2020, la comunicazione effettuata attraverso il portale dedicato sostituisce completamente l'invio tramite P.E.C. agli indirizzi istituzionali di questo Ufficio. Non saranno, pertanto, accettate diverse e ulteriori modalità di trasmissione.


Si invita, pertanto, a seguire la procedura di compilazione indicata sul sito web della Camera di Commercio, avvalendosi dei modelli corrispondenti alle quattro tipologie di comunicazioni che, ai sensi dell'art. 2 del D.P.C.M. 10 aprile 2020, possono essere inviate alla Prefettura:

  • MODELLO 1: comunicazione ai sensi dell'art. 2, comma 3 di prosecuzione dell'attività perché funzionale ad imprese o amministrazioni la cui attività è consentita [comunicazione già prevista all'art. 1, lettera d) del D.P.C.M. 22 marzo 2020];

  • MODELLO 2: comunicazione ai sensi dell'art. 2, comma 6 di prosecuzione dell'attività degli impianti a ciclo produttivo continuo [comunicazione già prevista all'art. 1, lettera g) del D.P.C.M. 22 marzo 2020];

  • MODELLO 3: comunicazione ai sensi dell'art. 2, comma 7 di prosecuzione dell'attività dell'industria dell'aerospazio, della difesa e di attività strategiche per l'economia nazionale [fattispecie precedentemente soggetta ad autorizzazione ai sensi dell'art. 1 comma 1, lett. h) del D.P.C.M. 22 marzo 2020];

  • MODELLO 4: comunicazione ai sensi dell'art. 2, comma 12 ai fini dell'accesso ai locali aziendali, ferma restando la sospensione dell'attività produttiva/commerciale, per lo svolgimento delle attività ivi indicate [NOVITÀ non prevista nel precedente D.P.C.M. 22 marzo 2020].

La comunicazione afferente al "Modello 4" può essere effettuata con un'unica domanda sia per la sede legale sia per le singole unità locali site in provincia di Monza e della Brianza.

Qualora le unità produttive per le quali si chiede l'accesso ai locali aziendali siano ubicate in altre province, le comunicazioni devono essere presentate alle Prefetture territorialmente competenti.

L'indirizzo del portale è il seguente: https://servizionline.milomb.camcom.it.

L'ingresso al portale avviene con le seguenti modalità, tra loro alternative:

  • attraverso user-id (indirizzo e-mail) e password (è obbligatoria la registrazione);

  • attraverso SPID (senza nessun tipo di registrazione);

  • attraverso CNS (senza nessun tipo di registrazione).

Lo stesso indirizzo e-mail (user-id), potrà essere usato anche per l'invio di più comunicazioni.

Dopo l'accesso, con cinque passaggi (1. scegli la tipologia, 2. leggi l'informativa, 3. chi sei, 4. inserisci i dati, 5. anteprima ed invio), si potrà inviare la comunicazione alla Prefettura direttamente dal portale.

La comunicazione da inviare attraverso il portale può essere firmata in forma autografa (in questo caso è necessario inviare anche copia del documento d'identità del legale rappresentante/titolare), oppure firmata digitalmente con modalità cades o pades (in questo caso non è necessario inviare anche il documento d'identità del legale rappresentante/titolare).

Una volta inviata la comunicazione al portale, si riceverà una e-mail di conferma dell'avvenuto invio all'indirizzo e-mail indicato in fase di registrazione (per chi si è registrato con user-id e password) o all'indirizzo mail indicato in fase di ottenimento delle credenziali SPID o CNS per chi ha svolto la fase di autenticazione secondo tale modalità.

È possibile verificare lo stato della pratica accedendo all'area del portale "stato della richiesta inviata".

Per richieste di chiarimento sulle attività produttive si chiede di scrivere a: urp.pref_monzabrianza@interno.it, specificando nell'oggetto della e-mail "Richiesta chiarimenti attività produttive".

I soggetti economici che, prima del 24 aprile 2020, hanno già inviato alla Prefettura comunicazioni ai sensi dell'art. 1 lett. d) e g) del D.P.C.M. 22 marzo 2020, oppure siano stati autorizzati ad operare ex art. 1 co. 1 lett. h) del predetto decreto, non devono presentare una nuova comunicazione sulla base di quanto previsto dal D.P.C.M. 10 aprile 2020.

Giova ricordare che, anche con le nuove modalità di presentazione, la mera comunicazione abilita all'esercizio dell'attività senza bisogno di attendere alcuna risposta, conferma o autorizzazione da parte della Prefettura.

Si informa che saranno svolti controlli documentali e sopralluoghi al fine di verificare la veridicità delle dichiarazioni rese e, pertanto, la legittima prosecuzione delle attività esercitate.

La procedura descritta trova applicazione esclusivamente per le attività descritte.

Si rammenta, infatti, che sono autorizzate ex lege, senza necessità di preventiva comunicazione alla Prefettura territorialmente competente:

  • le attività produttive industriali e commerciali all'ingrosso i cui codici ATECO sono inclusi nell'allegato 3 del D.P.C.M. 10 aprile 2020;

  • le attività che erogano servizi di pubblica utilità, nonché servizi essenziali di cui alla legge 12 giugno 1990, n. 146, con l'esclusione dei musei, degli altri istituti e luoghi di cultura e dei servizi che riguardano l'istruzione;

  • le attività di produzione, trasporto, commercializzazione e consegna dei farmaci, tecnologia sanitaria e dispositivi medico chirurgici nonché di prodotti agricoli e alimentari;

  • le attività comunque funzionali a fronteggiare l'emergenza.

I soggetti che svolgono le attività espressamente consentite, ai sensi dell'art. 2, commi 1, 4 e 5 del citato D.P.C.M., non devono registrarsi al portale di Infocamere disponibile sul sito della Camera di Commercio né comunicare in altro modo alla Prefettura la prosecuzione dell'attività produttiva/commerciale.


Per la Prefettura di MILANO


La Prefettura di Milano in accordo con la Camera di Commercio ha predisposto una sezione del portale camerale per effettuare tutte le comunicazioni relative all’art. 2 del DPCM.

Le imprese dovranno quindi effettuare la comunicazione per i commi dell’art. 2 (quindi commi 3, 6, 7, 12) per prosecuzione attività funzionali a imprese o amministrazioni la cui attività è consentita o per accesso a locali aziendali di personale dipendente o terzi delegati per svolgimento attività, accedendo al portale al seguente link: http://servizionline.milomb.camcom.it/front-rol/home/listTipologie

All’accesso occorrerà scegliere il modulo corretto per la richiesta, registrarsi al portale se non si è in possesso delle credenziali e compilare il modulo secondo le indicazioni.

Leggi le FAQ per la comunicazioni alle Prefetture



News recenti
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Instagram Social Icon
  • YouTube Social  Icon
 

Copyright © 2017 | APA Confartigianato Imprese Milano Monza e Brianza | Milano viale Jenner, 73 | Monza viale G.B. Stucchi, 64 | Tel. 039 36321 | apa@apaconfartigianato.it C.F. 85007610158