top of page

TG ECONOMY – L’oreficeria parla milanese con i gioielli che raccontano Sant’Ambrogio

A Milano ci sono ben 416 imprese di oreficeria, che pesano il 76% del totale provinciale. Una passione che ha radici lontane, quella per i preziosi in oro, e che sta prendendo ulteriormente piede con dati che confermano una richiesta di orafi che si è impennata in Lombardia: 180 nel 2017 e ben 630 nel 2022.

I giovani imparano l’arte antica e la passione più autentica per questo mestiere in scuole che contano tra i loro docenti anche artigiani che operano da decenni nelle loro botteghe, come Mario Gerla, tre generazioni di orafi specializzati unicamente in produzioni di fedi nuziali.

La scuola Galdus con Confartigianato Milano e Comune di Milano - Municipio 1 hanno ideato un contest per giovani orafi, Belé e Gargoyle, che in quest’edizione ha sfidato i ragazzi nel tradurre in gioiello elementi architettonici, strutturali e decorativi dell’iconica Basilica di Sant’Ambrogio.

Il Segretario Generale di Confartigianato Milano, Monza e Brianza, Enrico Brambilla, il Direttore della Galdus Academy, Stefano Bertolina, l’orafo meneghino Mario Gerla e le ragazze che hanno meritato il podio di Belè e Gargoyle saranno stasera ospiti in studio a Tg Economy, moderate da Roberta Cassina e Graziella Matarrese, per raccontare l’oreficeria che parla milanese.

Appuntamento questa sera alle 19.25 su Telelombardia, canale 10.



Kommentarer


bottom of page