top of page

“SMART-RIESCI!: i numeri del progetto coordinato dall'Istituto Gatti

Si è concluso dopo 12 intensi mesi di lavoro il progetto “SMART-RIESCI! Rigenerare Insieme espressione Sport e creatività Innovativa” finanziato dall’Assessorato Giovani di Regione Lombardia.


Il progetto, coordinato da Istituto Gatti di APACONFARTIGIANATO ha valorizzato e promosso numerose iniziative sul territorio del Nord Milano grazie alla collaborazione con il Comune di Bresso, Fondazione Monserrate, ONG attiva sul territorio metropolitano in progetti di PCTO e alternanza scuola lavoro nell’area dell’espressione culturale, artistico-musicale, Associazione POLISPORTIVA CIRCOLO GIOVANILE esperta di “Calisthenic" attiva sul territorio di Bresso, Associazione SPORTLANDIA, esperta di basket e danza, e Associazione Xsqui, realtà associativa costituita da un gruppo di giovani volontari nel 2016 allo scopo di sostenere un doposcuola per ragazzi e adolescenti delle scuole superiori del Parco Nord e di Sesto e di realizzare percorsi seminariali di studio per giovani lavoratori e universitari, nonché attività espressive ludiche, artistico-espressive, musicali.


Le tre aree sostenute dal progetto sono state positivamente coperte con proposte molto particolari e innovative che hanno avuto ottimo apprezzamento da parte dei ragazzi e giovani che si sono coinvolti in quanto destinatari privilegiati del contributo regionale. Dal punto di vista dello Sport, le 2 associazioni sportive bressesi hanno valorizzato massicciamente il nuovo spazio di calisthenics realizzato proprio grazie ad altri contributi regionali presso il Parco Rivolta in Bresso e diventato luogo di riferimento per oltre una cinquantina di giovani che ora lo frequentano con passione e interesse. Le altre iniziative di Basket e danza, arricchite da coreografie, ha espresso altri talenti e passioni ora attive nel tessuto della cittadina dell’hinterland milanese.


Nell’area espressiva e artistica, lo spazio multidisciplinare di CINIFABRIQUE, animato e promosso dall’Ass. Xsquì ha confermato il suo ruolo di luogo di incontro pro-attivo tra giovani del territorio del nord milano in ambiente destrutturato e aperto all’inclusività. Ragazzi e giovani colpiti dai fenomeni di introversione post COVID nonché stranieri isolati dalle difficoltà linguistiche hanno ritrovato ambiti di serenità e valorizzazione di talenti e capacità nel teatro, nella scrittura creativa, nell’organizzazione di eventi musicali, nelle scenografie coltivate da altri giovani appassionati e competenti.


Grazie ad adulti motivati, i ragazzi hanno infine potuto assaggiare e comprendere le opportunità e la bellezza delle realizzazioni di manufatti anche importanti e riflettere sul senso della bellezza e della scoperta della realtà, gustando così responsabilmente i nuovi linguaggi a supporto delle immagini visive realizzando gli strumenti stessi di comunicazione e sviluppo delle progettualità e delle scoperte utili anche ad essere spese in attività lavorative vere e proprie.


“Vi erano una serie di obiettivi congiunti relativi al benessere dei giovani: – hanno dichiarato il Sindaco e il vice sindaco di Bresso, Cairo e Di Masi - focalizzare ad ogni giovane le proprie motivazioni e la consapevolezza delle proprie qualità e risorse personali, anche in un’ottica di crescita e di sviluppo della propria autonomia e autostima, tratto fondamentale in età preadolescenziale e adolescenziale.”


“Instaurare un clima di gruppo positivo, costruttivo e inclusivo grazie al lavoro di gruppo– ha aggiunto la d.ssa D’Imporzano, Presidente di Fondazione Monserrate – ha enormemente favorito la socialità e le relazioni tra pari in un territorio considerato difficile ma che invece ha rivelato tratti fantastici di umanità e genuinità”. “Creare importanti legami con il territorio locale, - hanno aggiunto Salvatore Oliverio ed Emma Tamà, rispettivamente Presidente di Xsquì e progettista del percorso – genera senso di appartenenza e partecipazione, fa cogliere ai giovani, differenti e interessanti opportunità di crescita, realizza strumenti e strategie personalizzate per il successo e la serenità individuale e di gruppo di cui noi tutti abbiamo oggi bisogno”.


Francesco Cacopardi, tira così le conclusioni del progetto: Supportare il benessere psicologico dei giovani tramite lo sport e l’arte, offrire luoghi e possibilità di sperimentare e sviluppare attitudini e competenze trasversali, contestualizzare la propria storia e individualità nel grande scenario del mondo intero e, infine, offrire strumenti e strategie personalizzate per il successo formativo e lavorativo è la vera sfida che il mondo adulto e delle imprese deve assumersi in una realtà totalmente nuova. In un mondo in cui le categorie tradizionali del lavoro – conclude il Direttore di Istituto Gatti – non sono più quelle dei padri, scambiare buone prassi fra enti per migliorare servizi e opportunità per i giovani supportandoli con iniziative che ne accolgono i più profondi e buoni desideri crediamo sia uno dei compiti più affascinanti e urgenti che un’associazione come la nostra possa fare.


I numeri del progetto SMART-RIESCI!

  • Un incubatore distribuito di buone prassi tra Bresso e Cinisello a favore di giovani, con offerta multidisciplinare capace di offrire una risposta ai giovani tramite lo sport e l’arte.

  • La realizzazione di servizi gratuiti rivolti ai giovani dai 15 ai 25 anni, quali corsi sportivi, di teatro, di scrittura, di produzione musicale, di scenografie a supporto, di murales, di video (quasi 170 ragazzi coinvolti)

  • L’opportunità per la fascia di giovani dai 25 ai 34 anni (oltre 25 giovani) di essere tutor, animatori attivi per il rafforzamento dello sfilacciato tessuto sociale delle città e dell’area metropolitana .

  • Creazione del polo di Calisthenics: con lezioni gratuite ai giovani dai 15 ai 25 anni per l’intera stagione 2023.

  • Attività gratuite di danza: per i giovani dai 15 ai 25 anni.

  • 7 gruppi e Laboratori artigianali a matrice per valorizzare i linguaggi espressivi del fare e del dirsi quali fattori pedagogici nella scoperta del se e del rapporto positivo con il reale e con la vita lavorativa.

  • Incontri individuali e personalizzati per l’analisi delle proprie capacità e talenti lavorativi finalizzati anche a possibili sviluppi imprenditoriali.

  • Eventi e momenti pubblici di richiamo e festa sul territorio tesi a valorizzare le espressività giovanili presenti (3 eventi in Cinisello, 3 a Bresso)

  • Proposte sostenibili per lo sviluppo e la tenuta delle iniziative attivate con il progetto di “Cerniera Metropolitana”






bottom of page