top of page

BONUS COLONNINE ELETTRICHE APERTO INCENTIVO FINO AL 20 GIUGNO 2024

Bonus colonnine per imprese e professionisti: Contributo ad imprese e professionisti per l'acquisto e l'installazione di infrastrutture per la ricarica dei veicoli alimentati ad energia elettrica

Cos’è:

Il Bonus Colonnine per imprese e professionisti sostiene l’acquisto e l’installazione di infrastrutture di ricarica di veicoli elettrici da parte di imprese professionisti, per un importo pari al 40% delle spese ammissibili. Spese già sostenute fino al momento della presentazione della domanda.

1.     l’acquisto e messa in opera di infrastrutture di ricarica, comprese le spese per l’installazione delle colonnine, gli impianti elettrici, le opere edili strettamente necessarie, gli impianti e i dispositivi per il monitoraggio;

2.     la connessione alla rete elettrica (nel limite massimo del 10%);

3.     le spese di progettazione, direzione lavori, sicurezza e collaudi (nel limite massimo del 10%).

gli incentivi per le aziende, erogati dal MASE (Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica) e non cumulabili con altri finanziamenti, coprono fino al 40% delle spese sostenute per l’acquisto e l’installazione di infrastrutture di ricarica, che includono colonnine, impianti elettrici, opere edili necessarie e dispositivi di monitoraggio.

  1. e c) Per le infrastrutture di ricarica in corrente alternata da 7,4 kW a 22 kW di potenza, i costi massimi ammissibili sono fissati a €2500 per wallbox con un solo punto di ricarica e €8000 per colonnine con due punti di ricarica.

  2. Per le infrastrutture di ricarica in corrente continua, invece, i costi massimi ammissibili variano in base alla potenza (1000€/kW fino a 50 kW, €50.000 per colonnina oltre i 50 kW, e €75.000 per singola colonnina oltre i 100 kW).

A chi si rivolge

Risorse

Le risorse inizialmente stanziate ammontano a 87,5 milioni e così ripartite: sono ancora disponibili più di 70 milioni di euro.

Come funziona

Per gli interventi previsti dalle lettere a) e c) sopra indicati sarà possibile procedere con la compilazione della domanda online sul sito di Invitalia www.invitalia.it che gestisce la misura per conto del Ministero, a partire dalle ore 12.00 del 15 marzo 2024.

Per gli interventi previsti dalla lettera b) sopra indicati, le imprese potranno inviare la domanda di accesso al contributo esclusivamente tramite posta elettronica certificata (PEC) al seguente indirizzo PEC: CRE1@postacert.invitalia.it dalle ore 12.00 del 15 marzo 2024.

La chiusura dei termini di presentazione delle domande è, in tutti i casi, fissata alle 17.00 del 20 giugno 2024.

Maggiori info al link: https://www.mase.gov.it/node/17179




Comentários


bottom of page