Nuova tassazione fringe benefit per auto assegnate dal 1° luglio 2020



La Legge di Bilancio 2020, in relazione ai contratti stipulati dal 1° luglio 2020 per gli autoveicoli/

motocicli/ciclomotori assegnati in uso promiscuo ai dipendenti, ha stabilito che il fringe benefit deve essere quantificato, al netto dell’eventuale ammontare trattenuto al dipendente e ferma restando la percorrenza convenzionale di 15.000 Km, in funzione delle emissioni di anidride carbonica del veicolo aumentando di fatto la tassazione dei fringe benefit per i veicoli inquinanti.

Più precisamente, la percentuale del 30% (prevista dalla disciplina in essere fino al 31 dicembre 2019, che resta ferma per i veicoli concessi in uso promiscuo con contratti stipulati fino al 30 giugno 2020), deve essere sostituita dal:

· 25% per i veicoli di nuova immatricolazione con valori di emissione di CO2 non superiori a 60 g/ km, assegnati con contratti stipulati a decorrere dal 1° luglio 2020;

· 30% per i veicoli con emissioni di anidride carbonica superiori a 60 g/km e fino a 160 g/km, assegnati con contratti dal 1° luglio 2020;

· 40% per i veicoli con emissioni superiori a 160 g/km e fino a 190 g/km per l’anno 2020, elevata al 50% dall’anno 2021;

· 50% per i veicoli con emissione di CO2 superiori a 190 g/km per l’anno 2020, elevata al 60% a decorrere dall’anno 2021.

Si auspica la pubblicazione di una circolare da parte dell’Agenzia delle Entrate al fine di comprendere quale sia la corretta applicazione della norma.

News recenti
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Instagram Social Icon
  • YouTube Social  Icon