Il momento è difficile, ma facendo rete possiamo prepararci a ripartire

11/04/2020

 

Le parole di Domenico Garruto, Presidente della Categoria Benessere di APA Confartigianato Imprese

 

A fine pandemia probabilmente tanti colleghi acconciatori ed estetisti rischieranno la chiusura. La nostra categoria è sicuramente una delle più colpite, sia nel breve periodo (in quanto siamo stati tra i primi a chiudere - giustamente - le attività, con una flessione anche precedente la serrata), sia nel medio periodo in quanto non saremo tra le prime attività a riaprire e le abitudini dei consumatori potrebbero essere cambiate.

Una problematica acuita dagli operatori “fantasma”, persone che esercitano abusivamente nella propria abitazione o, sempre più spesso, presso il domicilio del cliente. I dati stimati in base ai volumi di vendita di prodotti professionali tramite parafarmacie, negozi specializzati e canali e-commerce permettono di ipotizzare che ogni 5 attività regolari ne esistano 4 abusive. Questi operatori hanno almeno in parte continuato a operare durante la chiusura, andando quindi a erodere la clientela dei saloni regolari, peraltro in condizioni incerte di sicurezza. 

Noi chiediamo un aiuto al Governo, per coprire almeno le spese vive di questi mesi di chiusura e lo slittamento di versamenti e adempimenti fino al 31 dicembre. Sarebbe inoltre utile prevedere fin d’ora per gennaio 2021 una dilazione di quanto dovuto per l’anno, spalmabile almeno in un lustro. A oggi, infatti, l'unica piccola entrata per il settore può essere garantita dalla vendita dei prodotti cosmetici, anche come strumento per tenere legata a sé la clientela e per tenere impegnata la testa, ma il nostro mestiere non è commerciare prodotti.

In questo momento credo che la nostra Associazione abbia un ruolo cruciale, i funzionari sono a disposizione per supportare le attività del Benessere dalla richiesta della cassa integrazione per i dipendenti al bonus Inps, a una consulenza più approfondita sulla gestione dei costi. Non solo, in questa fase l’Associazione ascolta e colletta problemi, richieste e proposte da parte di tutti gli imprenditori.

Speriamo di poter ripartire in sicurezza il prima possibile, magari lavorando su appuntamento, evitando gli assembramenti e le attese interne al salone: siamo tutti a disposizione per ripensare le modalità perché l’obiettivo è tornare a lavorare il prima possibile in sicurezza, preservando la continuità aziendale. 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

News recenti
Please reload

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Instagram Social Icon
  • YouTube Social  Icon
 

Copyright © 2017 | APA Confartigianato Imprese Milano Monza e Brianza | Milano viale Jenner, 73 | Monza viale G.B. Stucchi, 64 | Tel. 039 36321 | apa@apaconfartigianato.it C.F. 85007610158