Lombardia sul podio dell’export


L’India nel 2018 è il mercato più dinamico (+16,6%) per il made in Italy nei settori MPI

Il made in Italy verso l’India vale 4 miliardi di euro e nel 2018 rappresenta un mercato particolarmente dinamico, con l’export in salita dell’11%, una performance migliore del +3,1% dell’export totale.

Secondo le previsioni del Fondo monetario internazionale dello scorso gennaio, nel 2019 il PIL dell’India cresce del 7,5%, migliorando il +7,3% del 2018. Tra le maggiori economie emergenti l’India è quella con il maggiore tasso di crescita, superiore al 4,5% medio dei Paesi emergenti e davanti al 6,2% della Cina; l’economia indiana cresce ad un ritmo più che doppio rispetto alla media mondiale (+3,5%). Per quest’anno gli acquisti dall’estero dell’India sono previsti in salita dell’8,0%, in decelerazione rispetto al +9,5% registrato nel 2018.

L’ India è il mercato più dinamico – Approfondendo l’analisi delle vendite sul mercato indiano per comparto, si osserva una migliore performance i settori di MPI – alimentare, moda, prodotti in metallo, legno e mobili – che nel 2018 crescono del 16,6% e arrivano a 546 milioni di euro. Prendendo a riferimento i primi 40 paesi di destinazione dell’export di MPI – che cumulano il 90,6% del totale – l’India rappresenta il mercato più dinamico, davanti alla Corea del Sud con 11,2%, Svizzera con 10,9%, Cina con 10,8%, Canada con 9,1%, Messico con 7,7%, Serbia con 7,1%, Croazia con 6,6%, Vietnam con 6,1%. L’Italia, dietro alla Germania, è il secondo paese dell’Unione europea per quota di export dei settori MPI verso l’India (16,3% del totale UE).

I prodotti – Analizzando la composizione delle esportazioni dei settori MPI un terzo (32,8%) proviene dai Metalli, il 16,7% dalle Altre manifatture, il 13,9% dalla Pelle; seguono i Mobili con l’11,6%, il Tessile e l’Alimentare con il 9,2%, l’Abbigliamento con il 3,7% e il Legno con il 2,9%. Complessivamente la Moda rappresenta il 26,8% delle esportazioni dei settori di MPI. Nel 2018 si osserva un maggior dinamismo per Legno e Prodotti in metallo, che crescono rispettivamente del 39,7% e del 31,1%.

I territori – Le regioni più dinamiche – con un traino determinato dalle vendite dei Prodotti in metallo – sono il Lazio con l’export di MPI che sale del 66,7% e il Friuli-Venezia Giulia che registra un +37,6%. Seguono Piemonte (+29,4%), Campania (+25,7%), Marche (+20,7%), Lombardia (+18,4%) e Veneto (+17,3%). Tra le principali ventinove province – ognuna con una quota superiore o uguale all’1% dell’export in India dei settori di MPI – si registra un aumento doppio rispetto alla media per Roma (+69,1%), Udine (+60,1%), Macerata (+57,0%), Padova (+46,0%), Arezzo (+39,6%), Treviso(+38,2%), Milano (+36,2%) e La Spezia (+36,1%).


News recenti
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Instagram Social Icon
  • YouTube Social  Icon
 

Copyright © 2017 | APA Confartigianato Imprese Milano Monza e Brianza | Milano viale Jenner, 73 | Monza viale G.B. Stucchi, 64 | Tel. 039 36321 | apa@apaconfartigianato.it C.F. 85007610158