top of page

NCC e AUTOBUS - Decreto su “Modalità di erogazione delle risorse per il ristoro delle rate


Pubblicato Decreto su “Modalità di erogazione delle risorse per il ristoro delle rate per l'acquisto di autobus, in scadenza dal 1° gennaio 2021 al 31 marzo 2022”

Si comunica che è stato pubblicato sulla G.U. n. 111 del 13 maggio 2023 il Decreto 22 dicembre 2022 del Ministro delle Infrastrutture e Trasporti, di concerto con il Ministro dell’Economia e Finanze “Modalità di erogazione delle risorse per il ristoro delle rate per l'acquisto di autobus, in scadenza dal 1° gennaio 2021 al 31 marzo 2022”.


Il decreto disciplina le modalità di erogazione, alle imprese che ne fanno domanda, per l’annualità 2022, delle risorse finanziarie nel limite di spesa pari a 5 mln di euro, di cui all'art. 24, comma 7, del decreto-legge 27 gennaio 2022, n. 4 (Legge n. 25/2022, Dl “Sostegni ter”), nonché le modalità ed i termini di presentazione delle domande di ammissione, l’entità del contributo massimo riconoscibile, le connesse fasi istruttorie e la ripartizione delle risorse fra le imprese istanti, fatto salvo quanto dovuto alla società CONSAP-Concessionaria servizi assicurativi pubblici p.a. con unico socio, quale soggetto gestore dell’attività istruttoria della misura.


Le risorse pari a 5 mln di euro per il 2022 sono destinate al ristoro delle rate di finanziamento o dei canoni di leasing, con scadenza compresa anche per effetto di dilazione tra il 1° gennaio 2021 e il 31 marzo 2022 ed afferenti gli acquisti effettuati, a partire dal 1° gennaio 2018, anche mediante contratti di locazione finanziaria, di veicoli nuovi di fabbrica di categoria M2 ed M3, da parte delle imprese esercenti i servizi di linea effettuati su strada mediante autobus e non soggetti a obblighi di servizio pubblico.


Per quanto attiene alle fasi procedimentali, l'istruttoria svolta dal soggetto gestore verte sui seguenti documenti:


A) il piano di ammortamento delle rate di finanziamento o di leasing finanziario afferente allo stesso, quale risultante dal contratto di leasing o di finanziamento originariamente stipulato dall'impresa, anche qualora questo sia stato estinto ovvero oggetto di successiva rinegoziazione o, alternativamente, le quietanze delle rate e dei canoni, aventi scadenza tra il 1° gennaio 2021 e il 31 marzo 2022;

B) documentazione da cui risulti il pagamento delle rate;

C) dichiarazioni sostitutive.

La Commissione di validazione, qualora sussistano i requisiti, istruiti dal soggetto gestore previsti dal decreto in oggetto e acquisita la documentazione propone l'accoglimento della domanda di contributo, ai fini dell'adozione del provvedimento favorevole da parte dell'amministrazione.

Entro il 30 giugno 2023, al fine della liquidazione del ristoro, dovrà essere prodotta al soggetto gestore la documentazione da cui risulti il pagamento delle rate. La definizione della disciplina delle fasi procedimentali, unitamente alle modalità di presentazione delle domande, sarà stabilita dal successivo decreto del direttore generale per la sicurezza stradale e l'autotrasporto, da adottarsi entro quindici giorni decorrenti dalla data di entrata in vigore del decreto in oggetto.

Il provvedimento definisce negli articoli successivi il soggetto gestore e la commissione di validazione; norma la cumulabilità degli aiuti; le verifiche e i controlli.

Kommentare


bottom of page