Accesso ai benefici normativi e contributivi le regole (DURC interno)

12/12/2019

 

Riteniamo utile riproporre una breve sintesi delle disposizioni che consentono al datore di lavoro di accedere ai benefici normativi e contributivi previsti dalla disciplina in materia di lavoro e legislazione quali ad esempio riduzione contributi Inps connessi all’assunzione di lavoratori con particolari requisiti soggettivi.

I suddetti benefici sono subordinati, per tutto il periodo di fruizione:

1) al possesso, da parte dei datori di lavoro, del documento unico di regolarità contributiva (Durc

On Line);

2) al rispetto degli obblighi di legge;

3) al rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali nonché di quelli regionali, territoriali o aziendali, laddove sottoscritti, stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale

4) al possesso del documento unico di regolarità contributiva: il DURC interno.

5) alla non commissione di illeciti ostativi indicati dalla legge. Si tratta di provvedimenti amministrativi o giurisdizionali definitivi per gli illeciti penali o amministrativi in materia di tutela delle condizioni di lavoro. La fruizione dei benefici riprenderà, se residuano periodi, al termine del periodo di sospensione previsto dalla normativa per ogni tipologia di illecito. Il Ministero del Lavoro ha previsto l’obbligo per i datori di lavoro di autocertificare l’assenza di tali illeciti attraverso la presentazione di apposita comunicazione all’Ispettorato Territoriale del Lavoro (ITL). Il datore di lavoro, con la medesima autocertificazione, si impegna a comunicare, sempre all’ITL, entro 30 giorni dall’evento, qualsiasi variazione dovesse intervenire rispetto a quanto dichiarato.

Sotto il profilo procedurale, con riferimento ai benefici contributivi riconosciuti dall’INPS (DURC Interno), poiché il soggetto che eroga gli sgravi e gli incentivi coincide con colui che è tenuto a verificare la sussistenza delle condizioni di regolarità, il DURC interno è emesso mediante controlli d’ufficio da parte dell’Istituto.

Inoltre è stato elaborato un procedimento attraverso il quale l’azienda dichiara la volontà di usufruire di agevolazioni a partire dal mese in cui ha titolo a fruirle e per tutto il periodo in cui lo stesso titolo permane. La dichiarazione viene effettuata con riguardo alla matricola aziendale nella quale, per il mese considerato, verrà denunciata dal datore di lavoro l’agevolazione ma il controllo sarà eseguito su tutte le posizioni riconducibili al codice fiscale dell’azienda (gestione separata, contributi personali ecc…).

L’avvenuta trasmissione della dichiarazione determinerà l’avvio in tempo reale dell’interrogazione della piattaforma Durc on Line.

L’INPS emette un DURC negativo solo dopo aver inutilmente invitato il datore di lavoro a regolarizzare la propria posizione entro quindici giorni.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

News recenti
Please reload

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Instagram Social Icon
  • YouTube Social  Icon
 

Copyright © 2017 | APA Confartigianato Imprese Milano Monza e Brianza | Milano viale Jenner, 73 | Monza viale G.B. Stucchi, 64 | Tel. 039 36321 | apa@apaconfartigianato.it C.F. 85007610158