Contributi per partecipazione a fiere e commercio digitale

29/03/2018

 

Due diverse iniziative di contributi sono a disposizione delle aziende artigiane lombarde.

La prima è sostenuta dall’Ente Lombardo Bilaterale dell’Artigianato e mette a disposizione contributi per la partecipazione e fiere in Italia e all’estero.

La seconda, il bando “Export 4.0 Commercio digitale e fiere: nuovi mercati per le imprese lombarde”, di Regione Lombardia, Camere di Commercio Lombarde, con il supporto di Unioncamere Lombardia, è volta a sostenere le imprese sui mercati esteri e agisce su due diversi ambiti: e-commerce e fiere all’estero.

Di seguito i dettagli delle due iniziative.

 

Contributi Elba, Ente Lombardo Bilaterale dell'Artigianato – partecipazione a fiere

 

L'Elba, l'Ente Lombardo Bilaterale dell'Artigianato mette a disposizione delle aziende iscritte all’Ente contributi per favorire la promozione dei prodotti e dei servizi delle imprese artigiane, a fronte di costi sostenuti per la partecipazione a mostre e fiere in Italia e all’estero. Il contributo è concesso nella misura del 30% dei costi documentati e non potrà essere superiore a euro 1.500. Per essere ammesso a contributo il costo deve essere superiore a euro 3.000. Se interessati potete contattarci all'indirizzo estero@apaconfartigianato.it

 

Regione Lombardia e le Camere di Commercio Lombarde con il supporto di Unioncamere Lombardia – Bando “Export 4.0 Commercio digitale e fiere: nuovi mercati per le imprese lombarde”

 

Il bando ha lo scopo di supportare le aziende nel proprio sviluppo sui mercati esteri e prevede due diverse misure.

 

Misura A) E-commerce per l’export: finalizzata a favorire l’accesso a piattaforme e-commerce cross border gestite da operatori specializzati del mercato. I progetti dovranno avere le seguenti caratteristiche:

  • prevedere l’apertura e/o il consolidamento di un canale commerciale per l’export tramite l’accesso a servizi specializzati per la vendita online B2B e/o B2C forniti da terze parti;

  • realizzare una o più delle seguenti fasi di attuazione della strategia di export digitale online:

-valutazione di fattibilità e conseguente implementazione delle soluzioni pianificate, con riferimento ai siti di vendita online individuati, ai mercati di destinazione e al portafoglio prodotti;

-predisposizione del piano specifico di comunicazione e promozione;

-acquisizione di strumenti e servizi per avviare/qualificare l’attività di vendita su canali e-commerce;

  • i siti di e-commerce eleggibili dai beneficiari dovranno possedere i seguenti requisiti minimi:

- essere operativi sui mercati esteri prescelti per le categorie merceologiche comprese nel portafoglio prodotti al momento della presentazione della domanda;

-adottare soluzioni API (Application Programming Interface) per l’automatizzazione delle operazioni di trasferimento, aggiornamento e gestione degli articoli da e verso il web.

Spese ammissibili:

a) analisi di fattibilità del progetto;

b) formazione del personale;

c) strategia di comunicazione, informazione e promozione per il canale export digitale;

d) sostegno al posizionamento dell’offerta sui canali commerciali digitali prescelti verso i mercati esteri

selezionati;

e) automatizzazione delle operazioni di trasferimento, aggiornamento e gestione degli articoli da e verso il

web (API – Application Programming Interface);

f) raccordo tra le funzionalità operative del canale digitale di vendita prescelto e i propri sistemi CRM;

g) protezione e/o registrazione dei marchi e/o degli articoli compresi nel portafoglio prodotti nei mercati

esteri di destinazione prescelti;

h) accesso ai servizi di vendita online sui canali prescelti.

 

La somma delle spese previste per le categorie a) e b) non potrà superare il 20% del valore totale del

progetto, inoltre la sommatoria di cui alle voci c), d), g), h) non potrà superare il 40% del totale del progetto.

 

Misura B): In fiera per l’export: finalizzata a sostenere la partecipazione in forma singola agli eventi fieristici in un Paese estero selezionato dall’impresa in base alle proprie strategie di export e senza l’intervento di soggetti intermediari.

 

Spese ammissibili:

a) affitto di spazi espositivi, comprese eventuali tariffe di iscrizione alla manifestazione fieristica;

b) allestimento di stand;

c) servizi accessori;

d) trasporto a destinazione del campionario.

 

L’agevolazione ottenibile consiste in un contributo a fondo perduto, erogato in regime de minimis secondo i seguenti massimali:

per il tramite della procedura telematica accessibile dal sito http://webtelemaco.infocamere.it.

Ogni soggetto potrà presentare una sola richiesta di contributo per ogni misura, fino ad un massimo di 2 richieste complessive.

L’assegnazione delle risorse avverrà secondo le seguenti procedure:

Misura A): procedura valutativa a sportello, che prevede una prenotazione del contributo secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda e il superamento dell’istruttoria amministrativa-formale e tecnica.

Misura B):

  • Procedura a sorteggio, nel caso in cui l’ammontare delle domande ammissibili superi la disponibilità del bando.

  • Qualora l’ammontare delle domande ammissibili non sia superiore alla disponibilità del bando, saranno ammesse a contributo le domande che hanno superato l’istruttoria amministrativa formale.

 

Per approfondimenti Vi rimandiamo al bando allegato.

Per ulteriori informazioni potete contattarci all’indirizzo esterto@apaconfartigianato.it

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

News recenti
Please reload

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Instagram Social Icon
  • YouTube Social  Icon
 

Copyright © 2017 | APA Confartigianato Imprese Milano Monza e Brianza | Milano viale Jenner, 73 | Monza viale G.B. Stucchi, 64 | Tel. 039 36321 | apa@apaconfartigianato.it C.F. 85007610158