Trasporto intermodale dei rifiuti

15/12/2017

 

E' stato richiesto  di chiarire se, nel caso di trasporto intermodale dei rifiuti, la parte terminale del trasporto su strada  possa  essere  effettuata da impresa  diversa  da quella che  effettua  la parte inziale.

 

Al riguardo  il Comitato nazionale,  considerati gli indubbi  benefici  ambientali connessi  al trasporto intermodale e tenuto  conto della necessità di garantire controlli  efficaci, ha ritenuto che, nel  rispetto delle  disposizioni   che  regolano il trasporto di cose,  l'impresa che  esegue  la  parte terminale del trasporto su strada  possa essere impresa  diversa  da quella che esegue la parte iniziale, purché  vengano rispettate le ulteriori seguenti condizioni:

 

a)  le imprese di autotrasporto che intervengono all'interno dello stesso  trasporto intermodale devono essere iscritte  all'Albo   nazionale  gestori  ambientali nella stessa categoria d'iscrizione;

b)   i codici EER relativi ai rifiuti trasportati devono essere contemporaneamente presenti

nelle iscrizioni delle due imprese eli autotrasporto;

c)    i rifiuti devono  essere accompagnati dal formulario di identificazione rifiuti di cui al DM 148/98, gestito con le modalità  specificate  al punto 1), lettera  v), della circolare del Ministro dell'ambiente prot. n. GAB/DEC /812/98 del4 agosto 1998.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

News recenti
Please reload

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Instagram Social Icon
  • YouTube Social  Icon
 

Copyright © 2017 | APA Confartigianato Imprese Milano Monza e Brianza | Milano viale Jenner, 73 | Monza viale G.B. Stucchi, 64 | Tel. 039 36321 | apa@apaconfartigianato.it C.F. 85007610158