Incentivi all’assunzione di donne: i settori e le professioni con disparità di genere validi per il 2018

15/12/2017

 

La Riforma Fornero ha previsto un beneficio contributivo, pari al 50% della contribuzione dovuta, a favore dei datori di lavoro che assumono, dal 1° gennaio 2013:

  • lavoratori over 50, disoccupati da oltre 12 mesi

  • donne di qualunque età prive di impiego da almeno

  • 24 mesi (ovunque residenti) o

  • 6 mesi e appartenenti a particolari aree.

Più precisamente, si stabilisce che il datore di lavoro può beneficiare della suddetta agevolazione contributiva in relazione all’assunzione di donne di qualsiasi età, prive di un impiego regolarmente retribuito da almeno sei mesi, residenti:

  • in regioni ammissibili ai finanziamenti nell’ambito dei fondi strutturali dell’Unione europea

  • nelle aree annualmente individuate con decreto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze

Sono svantaggiati i “lavoratori occupati in professioni o settori caratterizzati da un tasso di disparità uomo-donna che supera almeno del 25% la disparità media uomodonna in tutti i settori economici dello Stato membro interessato se il lavoratore interessato appartiene al genere sottorappresentato.”

 

In relazione al suddetto requisito, il Ministero del Lavoro ha ulteriormente chiarito che si tratta di settori e professioni caratterizzati da un tasso di disparità uomo-donna che supera almeno del 25% la disparità media uomo-donna.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

News recenti
Please reload

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Instagram Social Icon
  • YouTube Social  Icon
 

Copyright © 2017 | APA Confartigianato Imprese Milano Monza e Brianza | Milano viale Jenner, 73 | Monza viale G.B. Stucchi, 64 | Tel. 039 36321 | apa@apaconfartigianato.it C.F. 85007610158